MonoTouch in versione 1.0: C# per iPhone diventa realtà

di , in Mono,

C# e .NET conquistano un'altra possibilità di sviluppo.

Grazie al lavoro di Novell, da anni impegnata sul duplice fronte per portare il .NET Framework (con Mono) e Silverlight (attaverso il progetto Moonlight) su altre piattaforme non Windows, non considerate inizialmente da Microsoft, è ora possibile utilizzare le proprie conoscenze di C# e del .NET Framework per scrivere applicazioni per iPhone, una tra le piattaforme a più alto tasso di adozione degli ultimi tempi.

Questo tool di sviluppo, che è disponibile con licenza commerciale a partire da 399$ per singolo sviluppatore, consente di sviluppare applicazioni native per iPhone, che possono anche essere distribuite attraverso l'AppStore di Apple.

Si possono utilizzare le API native di iPhone, oppure affidarsi a quanto offerto dal runtime associato, che è in grado di convertire le istruzioni in C# in chiamate native per la piattaforma iPhone. Il codice scritto viene compilato in codice statico, così da evitare che sull'iPhone sia necessario un JIT-ter che compili il codice al volo, come invece avviene sulle piattaforme in cui è disponibile direttamente il .NET Framework ed il suo CLR (Common Language Runtime).

Si possono utilizzare i generics, anche se con alcune limitazioni, ma non è possibile fare uso di Reflection.Emit, nè di remoting, nè di generazione dinamica del codice. Altre informazioni sono disponibili nelle FAQ.

Resta comune necessario avere un Mac e l'SDK di iPhone per poter testare il tutto all'interno di un emulatore e poter poi fare il deployment sul device.

Tutte le informazioni su questo prodotto sono disponibili nel sito ufficiale.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

MonoTouch in versione 1.0: C# per iPhone diventa realtà
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti