Novità per Windows Azure da PDC10: nuovi piani, virtual machine e remote desktop

di , in Windows Azure,

Extra Small Instance, accesso remoto ed il nuovo ruolo VM: da PDC10 tante novità per Windows Azure.

Durante PDC10, che si tiene in questi giorni nel campus Microsoft di Redmond, sono state annunciate, direttamente nel corso della keynote tenuta da Bob Muglia, alcune interessanti novità riguardanti Windows Azure.

Per prima cosa, è stato aggiunta la possibilità di gestire delle virtual machine complete, con tanto di accseso via remote desktop: questo consente di avere un vero e proprio sistema dedicato, su cui far girare qualsiasi tipi di applicazione. Grazie al nuovo Virtual Machine Role, sarà possibile utilizzare il cloud anche con applicazioni che non sono state inizialmente pensate per questi scenari, come le classiche applicazioni Windows. Durante il periodo di beta, il costo delle VM attive sarà fatturato come un normale computing time, mentre per determinare il costo dello storage farà fede quello occupato dal VHD.

Sarà inoltre possibile sfruttare un nuovo ruolo con privilegi più elevati, che si affianca ai già tradizionali ruoli disponibili.

E' inoltre stato annunciato un nuovo sistema di virtual network cross-premises, che consente di mettere in connessione in maniera sicura servizi nel cloud ed applicazioni on premise (cioè, sui server dell'azienda). Durante il periodo di beta, entro certi limiti, questo servizio sarà gratuito.

Sul fronte della riduzione dei costi, è stata annunciata una nuova Extra Small insance, che ha un costo del circa 55% in meno rispetto alla Small Instance, che era il punto di accesso precedente.

Per quanto riguarda la gestione del cloud, è stata introdotta, direttamente nel developer portal di Windows Azure, una nuova Health Dashboard, che consente di monitorare rapidamente lo stato delle proprie applicazioni. Inoltre ora è possibile controllare i costi quasi in tempo reale.

Infine, fa la comparsa anche il Windows Azure Marketplace: si tratta di un marketplace in cui sviluppatori e professionisti IT potranno vendere o acquistare componenti, servizi, stream di dati, training e così via. Il marketplace è atteso al lancio per fine anno.

Sul fronte SQL Azure, fanno la comparsa i nuovi tool Database Manager e SQL Azure Reporting, la CTP2 di SQL Azure Data Sync, per sincronizzare dati tra database SQL Azure.

Anche per Windows Azure Appfabric, l'application service nel cloud, ci sono novità: Virtual Network Connect, CDN Caching, SSL e, soprattutto, il tanto atteso a AppFabric Caching, che consentirà di gestire scenari di cache mistra tra cloud e on premise.

Durante PDC10 Microsoft ha insistito ulteriormente, come già aveva fatto in passato, sul ruolo centrale che il cloud computing ha nella propria strategia, perchè consente di abbattare i costi relativi al mantenimento dei server e consente di ottimizzare l'infrastruttura IT dell'azienda.

Maggiori informazioni su Windows Azure sono disponibili nel nostro mini-sito dedicato.

Vuoi restare aggiornato in tempo reale su PDC10? Segui il nostro speciale!

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Novità per Windows Azure da PDC10: nuovi piani, virtual machine e remote desktop
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti