Usare le configurazioni con Windows Azure

di , in Windows Azure,

Un ruolo sviluppato per Windows Azure, sia esso web o worker, è una normale applicazione .NET che svolge le sue attività in the cloud. La principale differenza rispetto alle applicazioni tradizionali risiede nell'uso dei servizi di storage, affiancati a SQL Azure, che permettono di memorizzare file, dati in forma tabellare o utilizzare code.

Come da sempre è possibile fare con il .NET Framework, i file app.config o web.config permettono di inserire configurazioni da leggere con la classe ConfigurationManager. Questi file però fanno parte del pacchetto di deployment e ogni alterazione richiede una pubblicazione. Il file ServiceConfiguration.cscfg è facilmente editabile dal portale Windows Azure e permette quindi un facile cambiamento dei comportamenti della propria applicazione.

Per usare questo file è necessario prima di tutto modificare il file ServiceDefinition.csdef che contiene già le definizioni dei role dell'applicazione, uno dei quali ha una sezione ConfigurationSettings. In essa si definiscono i nomi delle chiavi che si prevedono di usare:

<ServiceDefinition name="CloudService4" xmlns="http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2008/10/ServiceDefinition">
  <WorkerRole name="TestRole">
    <ConfigurationSettings>
      <Setting name="test" />
    </ConfigurationSettings>
  </WorkerRole>
</ServiceDefinition>

Nel file ServiceConfiguration.cscfg si inserisce nell'omonima sezione il valore della chiave che verrà incluso nel deployment:

<ServiceConfiguration serviceName="CloudService4" xmlns="http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2008/10/ServiceConfiguration">
  <Role name="TestRole">
    <Instances count="1" />
    <ConfigurationSettings>
      <Setting name="test" value="value" />
    </ConfigurationSettings>
  </Role>
</ServiceConfiguration>

E' possibile modificare la configurazione anche tramite Visual Studio, aprendo il ruolo di proprio interesse ed entrando nella sezione "Settings".

Successivamente è possibile leggere il valore della configurazione corrente attraverso la classe statica RoleEnvironment, come nell'esempio seguente:

// Il valore è una stringa
string value = RoleEnvironment.GetConfigurationSettingValue("test");

E' bene precisare che le successive modifiche non subiranno alcun effetto nell'applicazione a meno di aver previsto tali cambiamenti, tematica del prossimo script.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Usare le configurazioni con Windows Azure (#201)
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

I più letti di oggi