Nasce il DLR: il .NET Framework 3.5 supporta i linguaggi dinamici

di Daniele Bochicchio, in .NET Framework 3.0,

Nasce un nuovo runtime specifico per i linguaggi dinamici.

E' stato finalmente annunciato, dopo diversi mesi si speculazioni, che il .NET Framework 3.5, nome in codice Orcas, includerà un supporto completo ai linguaggi dinamici, attraverso il DLR (Dynamic Language Runtime), un runtime specifico per i linguaggi dinamici, che si affiancherà al già esistente CLR.

I motivi di questa scelta sono da considerarsi nell'opportunità di fornire una piattaforma migliore per l'esecuzione dei linguaggi dinamici, attraverso una serie di funzionalità specifiche, senza tralasciare la necessità di un type system specifico e l'obiettivo di raggiungere le migliori performance possibili, attraverso la condivisione di un'insieme di funzionalità, tra cui un Garbage Collector comune.

Il primo pezzo ad utilizzare il DLR è il nuovo Silverlight 1.1, appena rilasciato in alpha, e seguirà a breve, ovviamente, anche ASP.NET Orcas.

I linguaggi supportati al momento sono IronPython, Javascript, VBx (una variante di VB) e Ruby. Il codice sorgente del DLR e dei linguaggi sarà disponibile, sotto licenza Microsoft Permissive License, una variante di quella BSD, direttamente su CodePlex, attraverso lo spazio dedicato ad IronPython.

Questo annuncio apre le porte a nuove possibilità, rendendo di fatto il .NET Framework, nella sua versione 3.5 di prossima uscita entro la fine dell'anno, una piattaforma ideale per tutti i tipi di linguaggi.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Nasce il DLR: il .NET Framework 3.5 supporta i linguaggi dinamici
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti